BrightSign Powers L'esperienza cinematografica definitiva

BrightSign, LLC®, leader mondiale nel settore dei lettori multimediali per il digital signage, ha annunciato oggi che i suoi lettori stanno alimentando un'indimenticabile destinazione turistica che porta il pubblico dietro le quinte della magia cinematografica. Weta Workshop Unleashed! è una nuova ed entusiasmante attrazione "in parte set cinematografico, in parte laboratorio creativo" ospitata nello Sky City Hotel di Auckland City, in Nuova Zelanda. Integrata da Toulouse Group, un consulente audiovisivo con sede in Nuova Zelanda, l'attrazione mette in mostra le innovazioni di Weta Workshop, il famoso produttore di oggetti di scena ed effetti visivi per una serie impressionante di film, tra cui Il Signore degli Anelli, Avatar e Bladerunner.

L'esperienza che ne deriva è un'esplosione di creatività, caos e colore che sfuma i confini tra realtà e fantasia grazie alla gestione fluida dei contenuti da parte dei lettori BrightSign. Dopo un ingresso con "tappeto rosso", i visitatori vengono indirizzati attraverso nove zone distinte, ognuna delle quali corrisponde a un genere di film creati all'interno di uno studio fittizio. Tutti i lettori BrightSign sono collegati in rete a livello locale. La pressione di un solo pulsante da parte di un membro del personale invia comandi a più lettori che trasmettono elementi video o audio e luci a più proiettori, a un sistema di altoparlanti surround e a un sistema di illuminazione intelligente da teatro.

Commentando il progetto, Jeff Hastings, CEO di BrightSign, ha dichiarato: "Siamo lieti che i lettori BrightSign siano all'origine di un'esperienza così fantastica per i visitatori. È sempre emozionante vedere come gli installatori applicano i lettori alle loro installazioni, e il Toulouse Group non fa eccezione. Ad esempio, utilizzando gli ingressi GPIO dei lettori BrightSign è possibile attivare i media tramite una combinazione di pulsanti, leve e altri dispositivi meccanici. L'utilizzo degli ingressi GPIO in questo modo è molto insolito nelle installazioni di digital signage, ma Toulouse utilizza i lettori in questo modo in quasi la metà delle sue installazioni, tra cui Weta Workshop".

Marc Simpson, amministratore delegato di Toulouse, afferma: "Utilizziamo i lettori BrightSign per la maggior parte delle nostre installazioni di esperienza turistica, grazie alla loro intrinseca affidabilità. Il brief del cliente per Weta Workshop era fluido e avevamo bisogno di un sistema reattivo che ci permettesse di lavorare rapidamente per soddisfare la visione creativa in loco. I lettori BrightSign hanno fornito una piattaforma robusta che supporta una programmazione in rapida evoluzione. I firewall garantiscono la sicurezza della rete e consentono al personale della sede centrale di aggiornare i contenuti fuori sede. Con un tempo di attività quasi garantito, il monitoraggio remoto è una formalità e la manutenzione è richiesta molto raramente".

Il cofondatore e direttore creativo di Weta Workshop, Richard Taylor, afferma: "L'esperienza ha stupito il pubblico fin dall'apertura. La visita di ogni persona è unica a seconda di ciò con cui sceglie di interagire: quale pulsante preme, quale leva tira o quale sensore attiva. L'BrightSign consente di offrire questa esperienza mediatica completamente personalizzabile in modo ripetuto e affidabile, fino al rullo dei titoli di coda".

Cinque lettori HD224 e 65 LS424 alimentano l'esperienza, ciascuno con un ruolo diverso nell'installazione. Altri 35 lettori LS424 sono utilizzati per il solo audio in tutto il sito.

Scarica il PDF

Per ulteriori informazioni sull'intera gamma di prodotti per la segnaletica digitale di BrightSign, visitate il sito BrightSign.biz.