Signage sensibile al contesto sta alzando l'asticella
Jeff Hastings, AMMINISTRATORE DELEGATO

L'uso intelligente dei sensori consente di creare una segnaletica sensibile al contesto che trasformerà il concetto di interattività. In futuro, la segnaletica guarderà, ascolterà e sentirà, rispondendo all'ambiente circostante in modo che l'interazione con essa diventi naturale e più vicina a quella con un'altra persona. 

Ad esempio, se scegliete e prendete un prodotto da un espositore in negozio, un commesso vicino potrebbe avvicinarsi e raccontarvi qualcosa di più. L'assistente risponderà non solo a ciò che dite, ma anche alle vostre espressioni e ai vostri gesti.

I nuovi sensori consentono agli schermi di segnaletica digitale di reagire allo stesso modo. I display possono invitare i clienti a prendere un prodotto, ad esempio, attirando l'attenzione del cliente con un'illuminazione creativa. I sensori di movimento, le comunicazioni NFC e le etichette RFID dei prodotti indicano all'insegna quale prodotto è stato spostato e regolano di conseguenza il contenuto sullo schermo. La tecnologia di riconoscimento dei volti può consentire all'insegna di stimare l'età, il sesso, l'umore e la direzione dello sguardo del cliente. Il controllo dei gesti, già diffuso nei giochi per computer, può essere applicato anche in questo caso, consentendo al cliente di spostare la presentazione con un gesto della mano. 

Per il rivenditore, i vantaggi vanno oltre le vendite aggiuntive. Il feedback dei sensori può essere registrato per fornire preziose informazioni di marketing. Quante volte è stato ritirato un prodotto? Può darsi che alcuni prodotti vengano prelevati frequentemente e poi rimessi a posto senza acquisti, mentre altri hanno un rapporto di conversione molto più alto. Forse alcuni segmenti di video hanno più successo di altri nel guidare gli acquisti. 

Uno degli esempi più innovativi che ho visto di recente sull'uso dei sensori è il pluripremiato negozio esperienziale House of Rituals di Amsterdam, creato da First Impression audiovisual. Il negozio presenta la collezione Talisman, composta da 25 straordinarie fragranze che abbracciano cinque famiglie di profumi. Qui i clienti possono scegliere un profumo Rituals in base alla loro fragranza preferita in un display AV che collega i profili dei profumi Rituals con due banche dati note in tutto il mondo. Il cliente è invitato a inserire il suo profumo preferito e il sistema trova automaticamente il profumo più vicino della gamma Rituals. Un ulteriore questionario invita i clienti a inserire gli ingredienti di base che preferiscono e l'applicazione illumina con luci LED tutti i flaconi di profumi allineati con questo profumo - restringendo il campo a tre possibilità, che il cliente può poi assaggiare e acquistare. Quando il cliente prende una pipetta di vetro dall'espositore, viene riprodotto un video che illustra gli ingredienti del profumo e le informazioni di base. 

Con questo eccezionale display, First Impression si è avvicinata il più possibile a replicare l'interazione con un assistente alle vendite umano, per ora. Il risultato è stato ottenuto semplicemente abbinando i sensori ai lettori di segnaletica digitale standard, senza passare all'intelligenza artificiale o all'apprendimento automatico. Senza dubbio, l'abbinamento della segnaletica sensibile al contesto con queste tecnologie ci permetterà di creare esperienze ancora più emozionanti.